fbpx

L’ECOLOGIA DELLE RELAZIONI

Un esercizio positivo per imparare ad avere dei colloqui in cui la focalizzazione sia lasciare l’altra persona con una sensazione di benessere che prima non aveva.

“Ecologia della relazione” significa anche benessere relazionale che parte da un benessere personale. Quando siamo vicino a qualche persona che non ci piace, con la quale parliamo di argomenti che ci danno fastidio e magari facciamo delle azioni che non si rappresentano, il risultato sono relazioni un po’ inquinate.

Queste relazioni inquinate portano anche a noi a non stare tanto bene e a perdere un po’ di energia a distaccarci dal nostro benessere. I “Vampiri di energia” è il temine più appropriato per queste persone e l’azione che le stesse compiono nei nostri confronti.

Nel momento in cui le persone che abbiamo vicino sono persone con le quali stiamo bene, parliamo di argomenti che ci piacciono e ci scambiamo energia reciproca e creiamo anche energia generativa.

In una conversazione abbiamo spesso la tendenza a portare quelli che sono i nostri schemi, il nostro umore o il nostro pensiero. Noi non possiamo indovinare al 100% quello che pensa realmente la persona che abbiamo davanti e uno degli errori più gravi e quello di strutturare il dialogo con questi presupposti. La pulizia dei nostri pensieri e l’accoglienza di quelli altrui sono tra gli elementi acceleranti del processo relazionale.

Il bello è riuscire a condividere il tempo dell’ascolto, con un silenzio aperto, dando uno spazio doppio rispetto a quello che investiamo per parlare. Ci sono alcune conversazioni, ad esempio con le persone con cui siamo in un rapporto già da tanto tempo, in questi casi sfruttiamo il potere delle domande con le quali abbiamo la possibilità di aprire nuovi orizzonti alla conversazione, utile per approfondire la conoscenza e le opportunità di collaborazioni sia dal punto di vista personale che dal punto di vista professionale.

Ma il punto è questo: Rispetto a questa conversazione cosa ti aspetti? Cos’è quella cosa che al termine fa sentire entrambi soddisfatti?

Qual è l’esigenza che maggiormente desideri che venga soddisfatta?

Ecco, porsi queste domande è un esercizio molto utile: iniziando a farlo con chi già conosciamo, ci allenerà in vista di una conversazione con nuovi interlocutori.

Il segreto, ancora una volta, sta proprio nella posizione dell’ascolto e nella domanda come elemento distintivo per metterci a disposizione degli altri, per capire lo stato d’animo della persona che ci sta di fronte, per capire quali sono i suoi obiettivi, che aspettativa ha.

La relazione è Energia, utilizzala al meglio! Andrea