fbpx

LA BECAUSE-ZONE

L’armonia è un elemento chiave di tutte le organizzazioni ed entra anche come protagonista nella collaborazione tra gli imprenditori e le aziende a loro collegate.

Quando siamo professionisti allineati e centrati, vibriamo di una sana energia che risuona alla stessa frequenza d’onda di quella di altri che come noi condividono gli stessi valori e gli stessi ideali e con i quali incominciamo a collaborare.

Insieme si crea un Business etico, di tipo Collaborativo e generativo, che mette la persona al centro del progetto.

Una comunità di persone indirizzate all’armonia e alla buona relazione darà vita a un processo auto-alimentante di prosperità sociale, basata sulla percezione di appartenere a un mondo di mezzi e opportunità di vita potenzialmente infiniti.

Ispirazione

Sapere ispirare fiducia è una delle strategie di successo più importanti nella vita e nel lavoro. Stiamo parlando di una capacità naturale di ispirazione, sana, pulita, in grado di essere assimilata da tutti, poiché trasparente e disponibile per tutti.

Affinché l’ispirazione abbia la sua massima efficacia e ampiezza è necessario che il singolo possa esprimere il massimo valore del suo talento e, per questo, deve poter essere libero nella sua creatività.

La credibilità, una capacità che si può apprendere, si basa principalmente su due pilastri: il carattere e la competenza.
Quando la nostra credibilità è alta, essa ci precede, facilitando le nostre relazioni, le nostre interazioni e la fiducia che gli altri riporranno in noi.

Sinergie

La sinergia dà luogo a uno stato dinamico che favorisce ancora di
più il gruppo rispetto al singolo e a un’azione di collaborazione.di noi, ne tengono conto e li rispettano.

Il termine TEAM (Together Everyone Achieves More) riassume nella
propria pienezza il significato di quanto le persone che decidono di
lavorare Insieme possano produrre. Le persone coinvolte sono artefici di un comportamento abituale atto a un bene comune alla base del quale c’è rispetto.

Il fatto di lavorare insieme ha cambiato completamente le regole andando
a rafforzare i legami deboli di chi opera singolarmente sbloccando
quel grande Capitale Sociale latente e quasi inutilizzato.
L’insieme crea un ambiente potenziante

Scopri https://www.andreacolombo.com/prodotto/il-valore-della-relazione/

Processo di Contaminazione

Contaminare oltre che comunicare, ossia innestare l’identità della propria organizzazione nell’intento dell’altro. L’investimento delle relazioni di fiducia sfocerà in una fede verso quello che i singoli uniti faranno, sicuri di fare bene e con responsabilità

La contaminazione avviene attraverso l’utilizzo di strategie di marketing e comunicazione ben definite adottate dalle aziende che hanno deciso di mettere al centro la persona. 

Le aziende che adottano marketing e comunicazione etica sono le stesse che riconoscono la Responsabilità Sociale di Impresa. Parliamo di una contaminazione pura di idee positive, come ricetta di un’eccellenza nel mondo capace di fare della semplicità un elemento straordinario e di mettersi a disposizione della comunità, in trasparenza e per la trasparenza come valore aggiunto.

Bene Comune

Una delle magie più belle che nasce dalle collaborazioni è quando con gratitudine, anticipata e incondizionata, decidiamo di donare al territorio parte dei benefici derivanti dalle nostre comuni attività. Il territorio riconosce questi contributi, ringrazia e restituisce nuove opportunità che ci permettono di crescere ulteriormente.

Dalla sovrapposizione delle tre aree d’interazione, si crea uno spazio, La zona dei Perché, che risponde ai nostri “Perché” facciamo quello che facciamo e in rapporto a tutti i protagonisti che hanno deciso di farne parte.

La strada da scegliere è quella del bene, dove ognuno dei protagonisti rappresenta il bene, fa del Bene e sta Bene, lui con la famiglia, le persone con cui collabora, le loro famiglie, i loro dipendenti, fornitori e clienti e con loro il territorio al fine di rendere il mondo in cui viviamo il posto migliore in cui vivere.

Qual è la tua “Zona dei Perché”?

Da “Il Valore della Relazione”